Dici barbecue e pensi subito alle grandi bistecche o agli hot dog che gli americani preparano in giardino, spesso accompagnati da un mare di salse. Gli italiani, invece, preferiscono la classica graticola e la solita “brace”. Ma gira e rigira gli alimenti che vengono cotti sono sempre i soliti bistecconi, salamelle, costine e poco più.
Qualcuno, al massimo si cimenta con qualche verdura.

Ma, se si è curiosi e non si ha paura di sperimentare, sul barbecue si può cucinare di tutto: dall’antipasto al dolce, passando dal bolognino alla rucola e lime agli spiedini con frutta esotica e salumi, dalle lasagne croccanti ai ravioli. Naturalmente la carne, il pesce e le verdure, il pane, la pizza, le focacce, per finire con la frutta ed i dessert.

La coppia di amici, grazie alla scelta coraggiosa di mettere sul barbecue dei piatti complessi e raffinati - tipici della nostra tradizione gastronomica - ha vinto lo scorso 23 giugno il primo campionato italiano di barbecue a squadre.

Adriano De Maria cucina per hobby da 10 anni prima in ambito classico e poi sul barbecue. Ha seguito diversi corsi di cucina sviluppando un interesse particolare per quella regionale italiana. Ha praticato barbecue negli USA, New England e approfondito con “chef nostrani” questa passione. Appassionato inoltre di musica e di vela.

Roberto Palladino, si forma in cucina e ottiene ripetute specializzazioni in cucina italiana. Gli piace sperimentare e ricercare ingredienti autoctoni. Ha conosciuto il barbecue partecipando ai seminari di Igles Corelli. E’ appassionato di vini e formaggi a pasta stagionata, di tae kwon doo, e storia e aromatizzazione del legno.



Chi Siamo